Pane e Vino
25.11.2015 - 07:400
Aggiornamento : 19.06.2018 - 15:41

Più "Lungo che mai"... Riapre dopo un solo mese ed è tutto un altro Lungolago. D'Addazio: "I nostri 'fedelissimi' meritano questo e altro. Scopritelo..."

Locarno, grande festa di ri-apertura del locale, completamente rinnovato

LOCARNO - Ha chiuso sabato 17 ottobre. Ha riaperto giovedì 26 novembre. Dopo poco più di un mese il bar ristorante Lungolago di Locarno torna completamente rinnovato nell’arredamento e nello stile.

I lavori, tutti affidati a ditte e artigiani ticinesi, sono stati realizzati a regola d’arte e in tempi record, mentre l’equipe del Lungolago si è provvisoriamente trasferita al vicino ristorante del tennis.
 
“L’abbiamo vestito completamente a nuovo – commenta orgoglioso il patron del Lungolago, Bruno D’Addazio -, dando vita a un ambiente minimalista ma molto accogliente, con tanto legno, colori caldi, un’illuminazione tecnologica e un impianto audio d’ultima generazione”.
 
Il cuore del “Lungo” sarà il bancone, che con la nuova collocazione diventerà un vero e proprio punto di incontro.
 
“Abbiamo fatto un investimento molto importante – aggiunge D’Addazio - perché i nostri fedelissimi meritano questo e altro. E abbiamo deciso di farlo alle porte del nostro primo ventennio, che festeggeremo il prossimo gennaio”.
 
Il locale di cui non potrai fare a meno. Il locale dei locarnesi. Il cuore pulsante della movida sul Verbano… “Ci sono tanti modi possibili per raccontare il nuovo Lungolago, ma vogliamo lasciare che siano i nostri fedelissimi a scoprirlo, giudicarlo e raccontarlo. Un grazie, infine, a coloro che in queste settimane ci hanno seguiti nella sede provvisoria del tennis”, conclude D’Addazio.
 
Giovedì 26 novembre, in occasione dell’inaugurazione, ci sarà un aperitivo offerto, con una coppa di benvenuto, ricchi buffet e animazione, e una quarantina di vini aperti d’alta gamma che si potranno degustare al bicchiere durante la serata. E da venerdì mattina verrà proposta un’altra novità: la colazione del Lungolago.
 
Il “Lungo” riparte dunque alla grande. Con un programma invernale di aperitivi, eventi, serate speciali e con la consueta ottima cucina.
 
Anche la cantina è stata rinnovata, spiega Alessandro Mandelli, gerente e sommelier del locale. “E grazie a un dosatore altamente tecnologico, in grado di conservare i vini aperti evitando l’ossidazione, si potranno degustare al bicchiere anche etichette di altissima gamma”.
 
L’Arrosticceria creata in quest’ultimo mese al ristorante del tennis rimarrà infine aperta giovedì, venerdì e sabato sera, con specialità abruzzesi alla griglia (gli arrosticini di pecora), raclette e fondue. In settimana sarà possibile inoltre organizzare eventi su prenotazione.

Potrebbe interessarti anche
News e approfondimenti Ticino
© 2020 , All rights reserved