Cantonali 2019
14.02.2019 - 07:430

Che campagna sarebbe senza santino. 'Micio' Valtulini: "In Ticino rimane un must. La richiesta aumenta incredibilmente ogni quattro anni"

Il titolare della Tipo Offset Chiassese di Balerna: "Ne stampo davvero in quantità pazzesche. Va consegnato a mano, altrimenti..."

BALERNA – I politici, specialmente in questo periodo di campagna elettorale, non riescono a farne a meno. Di cosa stiamo parlando? Del 'santino', ovviamente. Il bigliettino elettorale rimane di gran lunga il mezzo di promozione più gettonato e diffuso in Ticino. Di questi tempi, vi sarà capitato sicuramente di vederne in giro in quantità industriali: sui social, nei bar e ristoranti, nelle piazze o consegnati a mano dal politico stesso.

In un'intervista (vedi articoli suggeriti) a Liberatv di qualche giorno fa, il noto pubblicitario Michel Ferrise ha dichiarato che al 'santino' nessuno riesce a rinunciarci, anche se lui "lo sconsiglia". Chi di 'santini' ne ha visti a bizzeffe è Mirko 'Micio' Valtulini, titolare della Tipo Offset Chiassese di Balerna. "Mai come quest'anno – ci dice – è richiesto. Ne stampo davvero in quantità pazzesche. Rispetto alle ultime elezioni, devo dire che la richiesta è in considerevole aumento".

"In Ticino – continua Valtulini – è sempre stato così e resterà così. Il 'santino' resta un must della campagna elettorale. Il santo stampato permette al candidato di avere un contatto diretto con le persone, però bisogna saperlo usare". Ecco quindi le 'istruzioni' del tipografo: "Il suo scopo non è quello di lasciarlo nei bar e sperare che la gente lo raccoglie, non è così che funziona. Il 'santino' va consegnato a mano perché poi alla gente resta qualcosa di te. Non va mandato per mail, va a finire che finisce subito nel cestino...".

Ma sono davvero "tutti uguali" i santini stampati dai candidati al Governo o al Parlamento? "La maggior parte sì, preferisce rimanere sul classico piuttosto che lanciarsi in iniziative 'originali'". Di queste iniziative 'originali' abbiamo chiesto a 'Micio' se gli è capitato di stamparne qualcuna. 

"Sì, qualche idea carina mi è capitata di vederla. È chiaro che lo slogan d'accompagnamento va a dipendenza del credo politico. Senza fare nomi, mi è capitato di stampare santini sottoforma di segnalibro oppure, per un impresario costruttore, a forma di metro. Idee carine che permettono al candidato di restare nella testa delle persone".

Valtulini ci saluta. I santini da stampare "sono ancora tanti" e non c'è tempo da perdere. La campagna elettorale è ufficialmente entrata nel vivo. Ed è subito gara a chi 'sfodera' il santino più originale...

News e approfondimenti Ticino
© 2020 , All rights reserved