TiPress
Cronaca
07.10.2019 - 11:100

A Cadenazzo il murale più grande della Svizzera opera di due artisti ticinesi. Voluto da Rocco Cattaneo insieme alla pista di BMX

L'opera è stata realizzata sulla facciata del centro pacchi della Posta di fronte alla nuova pista che nel weekend ospiterà i campionati europei. Guarda foto e video

CADENAZZO – È stato presentato oggi ai media presso il nuovo stabile edificato dalla STISA SA a Cadenazzo, il futuro Centro Pacchi Regionale (CPR) della Posta, la più grande pittura murale mai realizzata in Svizzera, opera degli artisti ticinesi Nevercrew all’anagrafe Pablo Togni e Christian Rebecchi (insieme nella foto). 

Il lavoro, che si estende su 168 metri di lunghezza per 6 di altezza, vuol essere una riflessione a più ampio raggio, oltre i confini politici e geografici, sulla relazione tra uomo e natura. I problemi ambientali e climatici sono infatti una questione con cui l’uomo oggi è quotidianamente chiamato a confrontarsi. A Cadenazzo, Nevercrew ha realizzato Shifting machine, una composizione d’insieme di straordinario impatto visivo, nella quale la componente meccanica genera, interagisce e comunica con gli elementi naturali.

I macchinari composti da elementi ben riconoscibili, di recupero ma spesso inventati e a volte surreali, rappresentano la logica di movimenti, ritmi e forze che costituiscono il frutto della condizione umana contemporanea. Generano una nuova e immaginaria catena di montaggio che genera e trasforma la materia, rappresentano l’artificiale creato dall’uomo chiamato a relazionarsi con il mondo naturale, sintetizzato da aria, acqua e terra.

L’opera voluta da STISA SA e dal suo amministratore delegato Rocco Cattaneo, va a valorizzare il territorio con un progetto di rilievo, realizzato da artisti locali riconosciuti a livello mondiale. “A questo enorme edificio industriale occorreva dare un tocco di amore, un soffio di fantasia. In altre parole questa enorme parete verso ponente non bisognava lasciarla sola, grigia e triste. Abbiamo poi pensato a diverse possibilità con i nostri progettisti e alla fine abbiamo deciso di dare carta bianca ai Nevercrew artisti ticinesi che già conoscevo da tempo”, ha aggiunto Rocco Cattaneo.

Assieme al murales è stato presentato anche il primo catalogo dei due artisti, curato dallo storico d’arte Rudy Chiappini (nella foto con Cattaneo) e realizzato con il sostegno di Stisa SA. 

La Nevercrew

Pablo Togni nasce a Bellinzona nel 1979; Christian Rebecchi a Lugano nel 1980. Fin dalla metà degli anni Novanta lavorano insieme e danno vita al duo artistico NEVERCREW. Il loro percorso artistico si è sviluppato principalmente nel contesto dell'arte urbana tramite la realizzazione di dipinti murali, installazioni e sculture. Il loro lavoro si svolge a livello internazionale e ruota attorno all'idea di confronto associata al rapporto tra uomo e natura e tra l'uomo ed i "sistemi", con un accento sulle tematiche ambientali e sociali.

Dopo essersi diplomati a Brera nel 2005 ed aver deciso di proseguire come artisti indipendenti, si concentrano ulteriormente sul loro percorso: i principali lavori di questo periodo sono il dipinto "Octopus" nello Skatepark di Lugano (CH) e la performance "The inkmaster" live durante la "Volvo Art Session" alla stazione centrale di Zurigo (CH).

Potrebbe interessarti anche
Tags
ticinesi
cadenazzo
cattaneo
artisti
rocco cattaneo
artisti ticinesi
opera
svizzera opera
due artisti
rocco
News e approfondimenti Ticino
© 2019 , All rights reserved