Cronaca
27.06.2020 - 09:000

Caslano, i vicini non hanno dubbi: "Aveva con sé del liquido infiammabile. È sempre stato un tipo strano"

L'uomo fermato dalla Polizia ha sui 70 anni, la cantina andata a fuoco è la sua. Prendeva il sole con la giacca invernale chiusa e la mascherina, a breve avrebbe dovuto lasciare l'appartamento

CASLANO – Aveva avuto problemi con tutto il condominio, tanto che alla fine si era trovato l’accordo per fargli lasciare l’appartamento. Ma prima di andarsene è riuscito, con ogni probabilità, ad appiccare fuoco alla sua cantina, causando fortunatamente solo tanta paura e l’evacuazione di tutti i condomini.

L’uomo ha attorno ai 70 anni. Una vicina, emerge nei racconti raccolti dal Corriere del Ticino, l’ha visto con delle bottiglie alle 5.30-6. Erano parecchie, 10-15, ed erano piene di liquido infiammabile usato solitamente per la fondue. Ad andare a fuoco è stata proprio la sua cantina.

Negli anni, era sempre stato definito strano. Non parlava italiano, quasi solo tedesco. Non salutava mai. Qualche anno fa, aveva allagato l’appartamento sotto il suo, intasando il gabinetto con plastica e bottiglie. 

Non solo quello: secondo i vicini, teneva perennemente le tende tirate, le tapparelle chiuse, in questi giorni caldi. E usciva sul balcone, prendendo il sole, con la giacca invernale chiusa e la mascherina.

I problemi erano con tutti i condomini. Da qui, lo sfratto, il servizio che lo segue gli aveva trovato un appartamento. Prima è riuscito a tentare di bruciare tutta la palazzina. Fortunatamente, causando solo uno spavento a tutti.

News e approfondimenti Ticino
© 2020 , All rights reserved