ULTIME NOTIZIE News
Cronaca
10.07.2022 - 08:240

Lupi all'attaco nei Grigioni: sbranata una mucca

Si tratta del primo caso nel Cantone. L'animale da allevamento è stato trovato morto nella zona di caccia del branco del Beverin, che desta sempre più preoccupazione. Non è ancora chiaro se l’attacco sia stato da parte di uno o più lupi

GRIGIONI - Una mucca nutrice (da carne) è stata uccisa nella notte tra venerdì e sabato dai lupi sull'alpe Nurdagn (Schamserberg). Si tratta del primo caso nei Grigioni di bovino adulto sbranato da uno o più lupi. L’animale da allevamento, un esemplare di 7 anni, si trovava all'interno di un'area recintata insieme ad altri membri della stessa specie, nella zona di caccia del branco del Beverin.

Le autorità cantonali, in un comunicato, hanno manifestato seria preoccupazione per il comportamento problematico del branco del Beverin, già noto da diversi anni. L’uccisione di una vacca nutrice adulta è “un ulteriore, nuovo e più grave livello di intervento rispetto allo sviluppo di pericoli e danni a pecore e capre”. Benché la soglia del numero di capi di bestiame uccisi nelle greggi protette di pecore e capre, come stabilito dalla legge federale, fosse già stata raggiunta nell’area di caccia del branco prima dell'attuale incidente, solo la conferma dell’appartenenza al branco può autorizzare l'abbattimento.

I guardiacaccia retici faranno il possibile per anestetizzare un esemplare del branco del Beverin nella zona dell’attacco e dotarlo di un trasmettitore GPS. “Oltre ad avere un effetto deterrente – si legge nella nota - la misura dovrebbe consentire di ottenere maggiori informazioni sul comportamento degli animali e sui loro spostamenti. Il rilevamento potrà inoltre essere utile per l’applicazione degli abbattimenti regolatori in conformità alla legislazione federale”.

Resta connesso con Liberatv.ch: ora siamo anche su Whatsapp! Clicca qui e ricorda di attivare le notifiche 🔔
Potrebbe interessarti anche
Tags
beverin
mucca
branco
lupi
grigioni
zona
caccia
primo
branco beverin
preoccupazione
News e approfondimenti Ticino
© 2024 , All rights reserved