ULTIME NOTIZIE News
Cronaca
31.08.2023 - 11:420

Due 23enni mettono a segno una quarantina di furti, per un bottino di 40mila franchi

Hanno agito prevalentemente ai danni di esercizi pubblici del Bellinzonese, rompendo i vetri o compiendo effrazioni mediante attrezzi, causando danni per circa 100mila franchi. Sono stati arrestati il 9 maggio

BELLINZONA - Il Ministero pubblico e la Polizia cantonale comunicano che sono giunti a conclusione gli accertamenti relativi a un'importante serie di furti con scasso (rottura dei vetri e/o effrazione mediante attrezzi) commessa principalmente ai danni di esercizi pubblici del Bellinzonese.

L'indagine aveva preso avvio il 9 maggio scorso quando, in territorio di Bellinzona, erano stati arrestati un 23enne cittadino svizzero e un 23enne cittadino turco, entrambi residenti nella regione. Quella notte a seguito di alcuni furti e tentativi di furto con scasso era stato predisposto un puntuale dispositivo coordinato dalla Polizia cantonale che aveva portato al fermo da parte di agenti della Polizia città di Bellinzona.

I contestuali approfondimenti effettuati nel frattempo hanno permesso di accertare una responsabilità dei 23enni (insieme o singolarmente) in una quarantina di furti con e senza scasso commessi o tentati nel corso di svariati mesi ai danni prevalentemente di esercizi pubblici o all'interno di veicoli. Il totale della refurtiva è stato stimato in oltre 40 mila franchi, mentre i danni denunciati ammontano a circa 100 mila franchi. 

Le ipotesi di reato sono quelle di ripetuto furto con scasso, ripetuto danneggiamento e ripetuta violazione di domicilio. L'inchiesta è coordinata dalla Procuratrice pubblica Petra Canonica Alexakis. 

Potrebbe interessarti anche
Tags
quarantina
23enni
bellinzona
furti
mila franchi
danni
franchi
mila
esercizi pubblici
esercizi
News e approfondimenti Ticino
© 2024 , All rights reserved