BOS Bruins
0
STL Blues
0
pausa
(0-0)
NY Islanders
3
NJ Devils
0
pausa
(3-0)
NY Rangers
2
CHI Blackhawks
1
pausa
(2-1)
TB Lightning
1
TOR Leafs
0
1. tempo
(1-0)
NAS Predators
WIN Jets
02:00
 
MIN Wild
ANA Ducks
02:00
 
DAL Stars
LA Kings
02:30
 
BOS Bruins
NHL
0 - 0
pausa
0-0
STL Blues
0-0
Ultimo aggiornamento: 18.01.2019 01:58
NY Islanders
NHL
3 - 0
pausa
3-0
NJ Devils
3-0
1-0 LEE
6'
 
 
2-0 DAL COLLE
10'
 
 
3-0 EBERLE
16'
 
 
6' 1-0 LEE
10' 2-0 DAL COLLE
16' 3-0 EBERLE
Start delayed.
Ultimo aggiornamento: 18.01.2019 01:58
NY Rangers
NHL
2 - 1
pausa
2-1
CHI Blackhawks
2-1
 
 
6'
0-1 SAAD
1-1 CHYTIL
14'
 
 
2-1 ZUCCARELLO
18'
 
 
SAAD 0-1 6'
14' 1-1 CHYTIL
18' 2-1 ZUCCARELLO
Start delayed.
Ultimo aggiornamento: 18.01.2019 01:58
TB Lightning
NHL
1 - 0
1. tempo
1-0
TOR Leafs
1-0
1-0 POINT
10'
 
 
10' 1-0 POINT
Start delayed.
Ultimo aggiornamento: 18.01.2019 01:58
NAS Predators
NHL
0 - 0
02:00
WIN Jets
Ultimo aggiornamento: 18.01.2019 01:58
MIN Wild
NHL
0 - 0
02:00
ANA Ducks
Ultimo aggiornamento: 18.01.2019 01:58
DAL Stars
NHL
0 - 0
02:30
LA Kings
Ultimo aggiornamento: 18.01.2019 01:58
Politica e Potere
09.05.2014 - 06:550
Aggiornamento 19.06.2018 - 15:41

Lugano Airport, il PLR: “Sì alla ricapitalizzazione e apertura dell’azionariato ai privati”

I liberali, in un comunicato, si oppongono allo smantellamento dello scalo luganese, e propongono: “Si dovrebbe cominciare a pensare a una deviazione della linea ferroviaria Lugano-Ponte Tresa, in modo da poter avere una fermata vicina allo scalo”

LUGANO – “Lugano Airport SA (LASA) potrà disporre a breve degli elementi necessari per avere una gestione finanziaria in pareggio.” È con questa considerazionbe che si apre il comunicato del Plr luganese, che si oppone dunque fermamente a uno smantellamento dello scalo luganese. 

E lo fa sulla base di tre elementi: “Primo – si legge nella nota –. Con la costruzione e la gestione dei nuovi hangar da parte di Lugano Airport SA si potranno generare degli introiti quasi a costo zero, in quanto il costo della costruzione degli stessi capannoni sarà ammortizzato in pochi anni. Ciò permetterà inoltre di avere per LASA una fonte di reddito certa. Infatti i possessori di aerei privati che già adesso hanno il loro aereo posteggiato a Lugano potranno in futuro decidere di tenerlo al coperto. Altri privati, cioè nuovi clienti paganti, potranno poi decidere di tenere i loro velivoli negli hangar di Lugano.”

“Secondo – continua il comunicato –. L‘allungamento della pista di 70 metri a Nord permetterà agli aerei di linea di effettuare, sia in fase di decollo sia in fase di atterraggio, delle manovre meno “stressanti” per i motori, con una conseguente importante riduzione dei rumori e dell’inquinamento, a beneficio sia dei passeggeri sia degli abitanti della zona. Inoltre LASA potrà attrarre nuovi clienti privati che attualmente con i loro Jet non riescono ad atterrare a Lugano in sicurezza. Ciò potrà migliorare gli introiti derivanti dal traffico dell’aviazione privata, che costituiscono una parte non marginale (25-30%) del fatturato dell'aeroporto.”

“Terzo – spiegano ancora i liberali luganesi – . Grazie anche a questi miglioramenti, si potrà procedere con un’apertura dell'azionariato ai privati. Privati interessati in primo luogo a generare e a creare nuove risorse economiche ed eventualmente a potenziare e/o a creare nuovi collegamenti da e per Lugano. Questo nell’ottica di andare nella direzione di creare un partenariato pubblico-privato (PPP) solido, innovativo e funzionale per la Città di Lugano ed il Canton Ticino.

Il Plr di Lugano si oppone dunque a uno smantellamento dell’aeroporto di Lugano-Agno, e lo afferma senza mezzi termini prendendosela con i fautori di questo progetto: “Ecco perché il PLR di Lugano ritiene poco serie le proposte di chi vorrebbe smantellare le infrastrutture aeroportuali trasformando l’intero sedime in un “parco verde” (senza calcolare che è proprio LASA ad essere il solo e unico soggetto adatto ad evitare una speculazione edilizia del terreno e degli spazi verdi dell'aeroporto e delle sue vicinanze) o poco responsabile e totalmente privo di lungimiranza chi paragona l’aeroporto, dando anche esempio di cattivo gusto, a un ‘malato terminale’ ed auspica di sospendere il relativo presunto ‘accanimento terapeutico’.”

Arrivano infine anche l’appoggio alla prossima ricapitalizzazione, che dovrà essere votata dal Consiglio comunale, e una proposta per uno sviluppo dello scalo lugansese: “È proprio su queste basi che il PLR di Lugano si dichiara sin d’ora favorevole alla ricapitalizzazione di Lugano Airport SA, il cui messaggio municipale dovrebbe approdare sui banchi del Consiglio comunale in autunno. Sarà un investimento che permetterà allo scalo di Lugano-Agno di chiudere un’era per poterne aprire un’altra sulla base – come si è visto – di condizioni nuove e migliori.”

“Infine – conclude la nota –: al posto di proporne lo smantellamento o improbabili cambiamenti di destinazione, si dovrebbe cominciare a pensare a una deviazione della linea ferroviaria Lugano-Ponte Tresa, in modo da poter avere una fermata vicina allo scalo, che diventerebbe così raggiungibile in pochi minuti dalla Stazione FFS di Lugano”

red

Potrebbe interessarti anche
Tags
plr
lugano
scalo
airport
lugano airport
smantellamento
lasa
aeroporto
ricapitalizzazione
azionariato
© 2019 , All rights reserved