Foto: TiPress/Davide Agosta
Salute e Sanità
15.11.2016 - 09:030
Aggiornamento : 19.06.2018 - 15:41

Via libera di Lugano all'operazione Mizar: primo tassello del polo biotech promosso dal Cardiocentro. Il sindaco Borradori: "È un progetto splendido". E Foletti ringrazia il professor Mocetti

Ieri sera il Consiglio comunale di Lugano ha approvato all’unanimità un credito di 10 milioni per l’acquisto del Palazzo Mizar

LUGANO - Ieri sera il Consiglio comunale di Lugano ha approvato all’unanimità un credito di 10 milioni per l’acquisto del Palazzo Mizar, in via Sumen a Molino Nuovo. Palazzo nel quale cui il Cardiocentro Ticino intende realizzare un polo dedicato alla biotecnologia e alle scienze della vita. Al progetto dovrebbe partecipare anche il Cantone, e in questo senso il Governo ha già chiesto al Parlamento una fideiussione di garanzia pari a 5 milioni.

L’operazione immobiliare, che vale 48 milioni, sarà finanziata per la rimanente parte dal Cardiocentro.
Attraverso la costituzione della Fondazione Lugano Medtech e di una società anonima (Società immobiliare Mizar), la Città di Lugano verserà i 10 milioni ottenendo in cambio una quota di maggioranza del pacchetto azionario.

Il sindaco Marco Borradori ha detto: “Questo è un progetto splendido. Siamo stati subito colpiti dall’entusiasmo del Cardiocentro”, mentre il responsabile del Dicastero finanze, Michele Foletti, ha ringraziato a nome del Municipio il professor Tiziano Mocetti.

Potrebbe interessarti anche
News e approfondimenti Ticino
© 2020 , All rights reserved