Inter
Genoa
20:45
 
Friborgo
1
Berna
0
1. tempo
(1-0)
Ginevra
1
Bienne
0
1. tempo
(1-0)
Lugano
1
Lakers
2
1. tempo
(1-2)
Ajoie
1
Davos
1
1. tempo
(1-1)
Zurigo
1
Langnau
0
1. tempo
(1-0)
Kloten
0
Ambrì
1
1. tempo
(0-1)
SPORT
Risultati e classifiche
ULTIME NOTIZIE News
Bar Sport
10.05.2021 - 13:120
Aggiornamento: 15:25

Tracollo Juve. Dirigenza, Pirlo e Ronaldo sul banco degli imputati. Sciarini: "Facile addossare le colpe all'allenatore, ma sono anni che..."

Il giornalista parla della crisi della Juventus: "Da quando è partito Marotta è cambiato tutto. C'è chi può stare in prima linea e chi no"

TORINO – La crisi Juventus è ufficialmente aperta. Il 0-3 con cui il Milan ha steso i bianconeri ieri sera nella quartultima giornata di Serie A dimezza, di fatto, le possibilità di qualificazione in Champions League della Juventus di Pirlo. I bianconeri stentano a trovare la quadratura perfetta e i risultati, le 'mezze' prestazioni, ne sono la prova tangibile. Sui principali giornali sportivi italiani si è aperto stamane il 'processo' all'allenatore Andrea Pirlo, 'colpevole' di non aver dato un'identità alla squadra. L'allenatore italiano, però, non è l'unico sul banco degli imputati. Con lui anche Cristiano Ronaldo, in evidente calo nelle ultime settimane e una società forse non troppo lungimirante.

"Chi attacca Ronaldo – dichiara a Liberatv il giornalista Luca Sciarini – sbaglia. Ha fatto tutto quello che poteva alla Juventus. Dopo l'eliminazione in Champions ha forse mollato essendo consapevole che questa squadra non vincerà mai niente". Secondo Sciarini, non tutte le colpe sono da addossare a Pirlo. "Facile dare le colpe all'allenatore. Lui stesso ha ammesso di non essere riuscito a portare le sue idee. Ma la Juve è in difficoltà da tre stagioni. Da quando è partito Marotta, il miglior dirigente italiano in questo momento, è cambiato tutto. Quello della Juventus è un problema dirigenziale. Chi si nascondeva dietro Marotta ha voluto apparire. Ma nel calcio, e nella vita, c'è chi può stare in prima linea e chi, invece, deve semplicemente fare da comprimario. Anche Agnelli è una figura penalizzata senza la spalla di Marotta". 

Nello specifico, "i bianconeri – come successo a tante altre squadre forti – non hanno saputo portare il ricambio giusto al momento giusto. Si aspetta sempre la fine e questo porta ad arrivare al limite. A livello qualitativo, i "rinforzi" in questi anni non sono stati all'altezza dei giocatori andati via".

Quanto conta il caso Superlega? "Non credo importi tanto. Potrebbe essere considerata la classica ciliegina avvelenata sulla torta. Ma è da tutta la stagione che si manifestano i limiti di questa squadra".

Potrebbe interessarti anche
Tags
marotta
sciarini
allenatore
pirlo
colpe
anni
ronaldo
crisi
banco
juventus
News e approfondimenti Ticino
© 2024 , All rights reserved