© Ti-Press / Pablo Gianinazzi
Cronaca
02.07.2020 - 11:200

Incendiarono un radar a Pazzallo, fermati due giovani

I fatti risalgono all'8 marzo del 2019. L'apparecchiatura riportò danni per circa 15mila franchi

PAZZALLO – Il Ministero pubblico e la Polizia cantonale comunicano che in relazione all'incendio di un radar semi stazionario, avvenuto l'8.03.2019 sull'autostrada A2 a Pazzallo, sono stati fermati un 20enne brasiliano residente in Italia e un 22enne svizzero domiciliato nel Luganese.

Il 20enne, già oggetto di ricerca, è stato fermato da agenti della Polizia della città di Lugano mentre il 22enne da agenti della Polizia cantonale. In base a una prima ricostruzione, il 20enne avrebbe incendiato l'apparecchiatura con una bottiglia riempita di benzina.

Apparecchiatura che aveva riportato danni quantificabili in circa 15'000 franchi. Questo per evitare al 22enne, pure presente sul posto, le conseguenze di un eccesso di velocità rilevato dal radar. Le ipotesi di reato nei loro confronti sono di incendio intenzionale e danneggiamento aggravato. L'inchiesta è coordinata dal Sostituto Procuratore generale Nicola Respini.

News e approfondimenti Ticino
© 2020 , All rights reserved