Politica e Potere
12.12.2018 - 08:250

Semafori sul Piano di Magadino: tira aria di referendum. PPD in prima linea

Marco Passalia convoca per martedì prossimo cittadini, municipali, consiglieri comunali, deputati e imprenditori per decidere se portare la proposta davanti al popolo

BELLINZONA - Tira aria di referendum sul credito da 3,3 milioni approvato ieri dal Gran Consiglio, per sostituire tre rotonde con tre semafori sul Piano di Magadino, in particolare nel tratto di strada cantonale tra Cadenazzo e Quartino.

Una proposta che ha parecchio animato il dibattito in aula ieri. Del resto si tratta di una retromarcia piuttosto vistosa: dopo aver speso milioni per costruire le rotonde, oggi si vuol staccare un altro assegno milionario per tornare alla situazione precedente. Il tutto legato ad un grande dubbio: davvero questo passo indietro riuscirà a fluidificare il traffico come affermano gli esperti del Dipartimento del Territorio?

A rilanciare con forza l’idea del referendum è Marco Passalia. Il deputato e vicepresidente del PPD, lo ha scritto questa mattina su Facebook: “Ho organizzato un incontro martedì alle 18.30 presso la sala multiuso di Sant’Antonino a cui parteciperanno cittadini, municipali, consiglieri comunali, deputati, rappresentanti di associazioni e imprenditori per decidere se lanciare o meno la raccolta firme. Passaparola. Affaire à suivre…”.

Staremo a vedere.

3 mesi fa "Ma perché 15 anni fa si sono spesi milioni per togliere i semafori e realizzare delle rotonde, mentre oggi se ne spendono altri per tornare indietro?"
3 mesi fa Luce verde dal Gran Consiglio per la semaforizzazione tra Cadenazzo e Quartino
Tags
referendum
tira aria
semafori
magadino
piano
ppd
aria
News e approfondimenti Ticino
© 2019 , All rights reserved