Mixer
08.01.2020 - 12:050

Scandalo a luci rosse nello spogliatoio del Malaga. L'allenatore gira un video hot e il club lo sospende

Il tecnico si difende: "Vittima di un delitto contro la mia intimità con molestie e minacce di estorsione". Il filmato è presto diventato virale sul web

SPAGNA – Victor Sanchez del Amo non è più l'allenatore del Malaga. O almeno, non fino a nuovo avviso. Il tecnico 43enne è stato sospeso dal club di proprietà dello sceicco Al Thani. Colpa dei deludenti risultati in Segunda Division? No. Colpa della scarsa affinità con lo spogliatoio? No. Colpa del poco feeling con i tifosi? Nemmeno. Nulla a che vedere con questioni sportive. La causa della sospensione dell'allenatore spagnolo è...un video a sfondo sessuale.

Il video, diventato immediatamente virale sul web, è piuttosto esplicito. Ed è lo stesso allenatore a girarlo. Nel filmato si vede lui col cellulare in mano mentre si riprende rilassato – e con tanto di maglia d'allenamento del Malaga addosso – nel suo spogliatoio mostrando 'gli attributi' alla camera.

Dopo il comunicato del club, che spiega di aver sospeso il proprio allenatore "in base ai fatti accaduti recentemente e non ancora verificati", Sanchez ha diramato un comunicato stampa in cui denuncia di essere "vittima di un delitto contro la mia intimità con molestie e minacce di estorsione. La questione è in mano alla Polizia e mi attengo alle loro istruzioni".

Con la proprietà del Malaga ferocemente contestata dai tifosi e con un classifica tutto forche promettente, il club spagnolo rischia ora di dover cambiare anche allenatore...

News e approfondimenti Ticino
© 2020 , All rights reserved