Pane e Vino
19.03.2015 - 10:010
Aggiornamento : 19.06.2018 - 15:41

Una Mangialonga 2015 alla scoperta dei luoghi e dei sapori dei Comuni più vignati del Cantone, con alcune novità…

Grande attesa per l’apertura delle iscrizioni, il 23 marzo, alla sesta edizione della passeggiata culinaria promossa dalla Vineria dei Mir che si terrà il primo maggio con un nuovo percorso da raggiungere a… costo zero

MENDRISIO – Torna una delle manifestazioni enogastronomiche più amate e apprezzate dell’anno: il primo maggio andrà in scena, per la sesta volta, la Mangialongia, con alcune novità. Le iscrizioni si apriranno il 23 marzo, sul sito della Vineria dei Mir, e l’attesa è come sempre grande: i posti a disposizione sono infatti limitati, per motivi logistici, ma anche per garantire la qualità della manifestazione. Bisogna quindi affrettarsi se si vuole essere fra i fortunati che potranno inforcare il sentiero.

Un nuovo percorso tutto da assaporare

Dopo avere proposto per cinque edizioni (dal 2010 al 2014) una serie di itinerari sempre diversi lungo le pendici del Monte San Giorgio ed avere quindi presentato un’interessante serie di possibili escursioni di questo territorio, attraversando i grandi vigneti, i piccoli nuclei e scoprendo luoghi affascinanti come il Museo dei Fossili a Meride o le cave di marmo ad Arzo, la Vineria dei Mir propone quest’anno di proseguire la scoperta del Mendrisiotto in un’altra area della regione. Quella di quest’anno sarà infatti una Mangialonga alla scoperta dei luoghi e dei sapori dei due comuni in assoluto più vignati del Cantone: Mendrisio e Castel San Pietro.

Fino a pochi anni orsono Castel San Pietro era il comune più vignato del Cantone, da un paio d’anni a questa parte, complice l’aggregazione comunale che ha visto accorpare un buon numero di comuni a Mendrisio, il capoluogo è di fatto diventato il comune più vignato del Cantone. Ed ecco quindi lo spunto per proporre l’escursione eno-gastronomica 2015: scoprire ed apprezzare la varietà e la qualità dei prodotti e la specificità di questo territorio, così legato al mondo della viticoltura!

Il punto di partenza della Mangialonga 2015 sarà quindi a Mendrisio e più precisamente al Mercato Coperto. Da qui, a partire dalle ore 08.00 del 1.maggio, prenderanno il via i gruppi di persone che s’incammineranno in direzione di Corteglia e raggiungeranno Castel San Pietro, per rientrare poi a Mendrisio attraversando la Collina degli Ulivi.

Il concetto di presentare i prodotti del territorio, quelli che sono facilmente ritrovabili nella regione del Mendrisiotto e Basso Ceresio, dando valore ai partner locali, oltre che al territorio stesso, è ancora una volta quindi la formula scelta dalla Vineria. Undici le tappe di questo percorso circolare della lunghezza totale di 9.24 km, con un dislivello di 367m. Stuzzicanti le proposte che i diversi partner della manifestazione propongono in degustazione (vedi gallery). La manifestazione si svolgerà in ogni caso, indipendentemente dalla meteo e lungo il percorso sarà inoltre possibile deliziarsi con intrattenimenti musicali di vario genere.

Alla Mangialonga a ‘costo zero’

I prezzi per i partecipanti sono rimasti invariati (per maggiori informazioni si rimanda al sito della Vineria, qui), ma sensibili alle questioni legate all’ecologia ed al rispetto per il territorio, con l’edizione 2015 della Mangialonga viene introdotta un’ulteriore importante novità a favore dei partecipanti. La Vineria dei Mir ha infatti siglato un accordo con Arcobaleno per permettere ai partecipanti della Mangialonga di raggiungere comodamente Mendrisio utilizzando i mezzi pubblici a costo zero.

Per poter ottenere il giustificativo di viaggio che autorizza i partecipanti a viaggiare gratuitamente nel corso della giornata del 1° maggio sulle tratte della rete cantonale e regionale di Arcobaleno per e da Mendrisio, basterà inoltrare una richiesta all’indirizzo della Vineria: info@vineriadeimir.ch.

Per tutti coloro che non potranno partecipare alla manifestazione si segnala che nel corso di tutta la giornata, a partire dalle 10.00 e fino alle 22.00, il Mercato Coperto diverrà un grande mercato dei prodotti che saranno proposti presso le soste della Mangialonga. Inoltre durante tutta la giornata saranno anche serviti alcuni piatti tipici regionali. Il materiale utilizzato per gestire le soste e la ristorazione al Mercato Coperto, come sempre, sarà biodegradabile.

La manifestazione ha il sostengo e la collaborazione di alcuni partner istituzionali quali SAM e Arcobaleno e annovera tra i sostenitori: BSI, Migros Ticino, Cardiocentro, Camponovo SA, TicinoWine, Chicco D’Oro, Cochi SA, Party Plastic, Swica, Securitas, Garage Bricalli, e Progetto Stampa.

Tanti eventi, ma un solo obbiettivo: far conoscere il territorio divertendosi

Introdotta in Ticino dalla Vineria dei Mir, un’associazione che da anni s’adopera su base volontaria per organizzare manifestazioni che mirano a rafforzare la conoscenza del territorio e dei prodotti del Mendrisiotto e Basso Ceresio, la Mangialonga ha fatto scuola ed oggi in altre parti del Cantone vi sono manifestazioni simili, che godono pure di un buon successo.

Ma l’evento proposto dalla Vineria è ormai consolidato, e l’associazione collabora intensamente con Mendrisiotto Turismo e con i comuni coinvolti, condividendo l’ambizione di proporre un evento di qualità e per soddisfare le grandi aspettative del pubblico che raggiunge la regione da ogni dove per l’occasione.

La Vineria dei Mir è un partner importante per Mendrisiotto Turismo ed anche per i comuni che ospitano la serie di manifestazioni che quest’associazione propone ogni anno. La Ciaspalonga e Agroblues stanno riscuotendo un buon successo e a breve dovrebbe essere presentato il programma di una nuova manifestazione. Gli scopi che quest’associazione si prefigge con la realizzazione di questi eventi sono rimasti sempre i medesimi: divertirsi, far conoscere il territorio ed i suoi prodotti e quindi devolvere in beneficienza gli utili delle manifestazioni

News e approfondimenti Ticino
© 2020 , All rights reserved