Cronaca
21.04.2019 - 14:230

Papa Francesco nell'Urbi et Orbi parla di pace. "Il Signore faccia di noi costruttori di ponti, non di muri"

Il Pontefice ha condannato gli attentati in Sri Lanka e ha ricordato molti paesi in cui sono in corso guerre. "Egli non ci trovi freddi e indifferenti. Faccia cessare il fragore delle armi"

ROMA – Papa Francesco, davanti alla folla di Piazza San Pietro, ha rivolto un pensiero alle vittime degli attentati in Sri Lanka (intanto, vi sono stati sette arresti) senza scordare Medio Oriente, Africa, Ucraina, paesi del Continente americano ed anche poveri e emarginati.

“Davanti alle tante sofferenze del nostro tempo, il Signore della vita non ci trovi freddi e indifferenti. Faccia di noi dei costruttori di ponti, non di muri. Egli, che ci dona la sua pace, faccia cessare il fragore delle armi, tanto nei contesti di guerra che nelle nostre città, e ispiri i leader delle Nazioni affinché si adoperino per porre fine alla corsa agli armamenti e alla preoccupante diffusione delle armi, specie nei Paesi economicamente più avanzati", ha detto nell’Urbi et Orbi.

Potrebbe interessarti anche
Tags
costruttori
paesi
urbi
orbi
papa francesco
urbi et orbi
et orbi
muri
signore
urbi et
News e approfondimenti Ticino
© 2019 , All rights reserved