TIPRESS
Cronaca
04.08.2020 - 12:230

Calano leggermente i frontalieri nel secondo trimestre

La pandemia potrebbe aver portato a un aumento del numero di cessazione di attività dei frontalieri

BERNA – La statistica dei frontalieri relativa al secondo trimestre 2020 è ora disponibile. Alla fine di giugno, il numero di frontalieri stranieri con un permesso per frontalieri (permesso G) attivi in Svizzera era pari a circa 332 000.

Poco più della metà di tutti i frontalieri era domiciliata in Francia (55,2%), mentre il 23,0% e il 18,4% rispettivamente in Italia e in Germania. Negli ultimi cinque anni il numero di frontalieri è salito da 297 000 el secondo trimestre 2015 a 332 000 nel secondo trimestre 2020, il che corrisponde a un incremento del 11,6%.

I dati pubblicati oggi sono provvisori: gli sviluppi dal 2018 sono stati influenzati dai ritardi nell'elaborazione del sistema d’informazione centrale sulla migrazione SIMIC del Cantone Ticino. Inoltre, la pandemia COVID-19 potrebbe aver portato a un aumento del numero di cessazioni di attività dei frontalieri. Tuttavia, dal momento che alcuni di essi hanno mantenuto il permesso di lavoro, figurano ancora nel SIMIC. La progressione di frontalieri messa in evidenza dall’attuale statistica è pertanto superiore a quella reale. L’UST si impegna a trovare una soluzione per correggere retroattivamente tali serie nel terzo trimestre 2020.

News e approfondimenti Ticino
© 2020 , All rights reserved