foto: TiPress/Pablo Gianinazzi
ULTIME NOTIZIE News
Politica e Potere
02.07.2018 - 09:260

Marco Borradori replica agli autogestiti: "La gente è stufa di vedere l'ex Macello in ostaggio"

Il sindaco di Lugano risponde alla lettera degli autogestiti del Molino e ammette che dialogare con loro non facile

LUGANO - “La gente è stufa di vedere quell'area tenuta in ostaggio”. Replica così il sindaco di Lugano, Marco Borradori, alla dura lettera aperta degli autogestiti, che la occupano dal 2002.

“Tre mesi fa – dice Borradori al Corriere del Ticino – abbiamo presentato un progetto che riteniamo sia di grande valore (…). Io non sono per nulla d'accordo che un progetto del genere non possa venir realizzato solamente perché loro si mettono di traverso. Che lo facciano, ma in modo legale e democratico”.
Il sindaco ammette che però “dialogare con loro non è facile. E non lo è per la connotazione stessa della loro struttura. Non c'è un interlocutore stabile e c'è sempre la spada di Damocle rappresentata dal fatto che al centro sociale tutto deve essere deciso, all'unanimità, dalla loro assemblea”.


Potrebbe interessarti anche
Tags
borradori
gente
lugano
marco
replica
sindaco
marco borradori
ostaggio
lettera
progetto
News e approfondimenti Ticino
© 2022 , All rights reserved