L'imprenditore e consigliere nazionale: "Spetterà al popolo valutare se vale la pena di sacrificare i bilaterali sull’altare della libera circolazione delle persone. Ma cadranno anche gli altri accordi, in virtù della ‘clausola ghigliottina’. Il che significa che non avremo più accesso ai mercati europei che assorbono i due terzi del nostro commercio di esportazione"
Il deputato leghista dice la sua sulle polemiche che hanno coinvolto il sindaco di Varese, candidato alle elezioni per succedere a Roberto Maroni: "Conosco personalmente Fontana ed è davvero un moderato. Certa questa uscita infelice può costargli qualche voto al centro...."
Il sindaco di Lugano commenta l'ultimo capitolo dell'interminabile saga della guerra al “fetido balzello” in casa Lega: "Si tratta di una piccola divergenza che può essere facilmente ricomposta. Abbiamo fatto tutti uno sforzo per rientrare nei parametri cantonali e federali. Sarebbe davvero un peccato riaprire nuovamente la partita con un referendum. Confido che ciò non accada”
L'avviso ai naviganti pubblicato stamane sul Mattino: "’Il Municipio prevede una copertura del 100% dei costi di raccolta e smaltimento rifiuti. Il Tribunale federale nella sua giurisprudenza ammette però anche una copertura del 70%. Quindi: o il Consiglio comunale corregge il tiro e abbassa il tasso di copertura previsto dal Municipio dal 100% al 70%, oppure gli uccellini cinguettano che la Lega lancerà il referendum e si tornerà alla casella di partenza"
Il direttore del Mattino ribatte per le rime alle stilettate del numero uno della RSI: "L'articolo di Giuliano Bignasca che ha letto a Teleticino? Quando non si hanno argomenti si tirano in ballo i morti...basta ricordare che il Nano è l'inventore del ben più noto slogan: con la fattura della Billag ci facciamo gli aeroplanini"
Il socialista chiassese: "Accordarsi con le altre forze politiche non ha nulla a che fare con inciuci. È inaccettabile si instauri una gara fra socialisti per valutarne virtuosità e valore, e che l’intolleranza si faccia largo in un partito che si vuole paladino della tolleranza"
Il finanziere torna a cannoneggiare contro la radiotelevisione pubblica: "Per la nomina del consigliere federale Cassis sono stati impiegati 235 dipendenti della SSR. Dato che non siamo nella Corea del Nord qualche camera da presa in meno non avrebbe offeso Cassis né svilito la qualità delle riprese"
La nota è firmata dal comitato composto da Alain Bühler, co-presidente No Billag Ticino, e vicepresidente del comitato nazionale, Lorenzo Quadri, co-presidente No Billag Ticino e consigliere nazionale leghista, Antonella e Boris Bignasca, Iris Canonica, Carlo Danzi, Battista Ghiggia, Lara Filippini, Eros Mellini, Paolo Camillo Minotti, Paolo Pamini, Massimiliano Robbiani
Speziali era entrata nel Consiglio di amministrazione dell’Organizzazione turistica – che conta 18 membri - diversi anni fa, in rappresentanza del Convivio dei sindaci del Locarnese. Da tempo la Città rivendica un seggio rappresentativo ai vertici dell’Ente ed è per questo che la soluzione più logica sarebbe la nomina dell’attuale sindaco
Video
Le residenze primarie con persona sola e le residenze secondarie con un solo posto letto saranno chiamate a versare un importo minimo di 25 franchi all'anno (massimo 75). Per due o più persone e per due o più posti letto la tassa minima è di 50 franchi (massimo 150)
John Noseda: "Mi è stata preannunciata dal Consiglio di Stato la sua intenzione di costituirsi accusatore privato, cosa che potrà fare sicuramente ed esercitare così i diritti di parte civile nell’ambito del procedimento in questione”
Il presidente del Governo Manuele Bertoli: "Il perito ci ha indicato la possibilità di dichiararci accusatore privato nella misura in cui una sentenza abbastanza recente del Tribunale federale avrebbe definito meglio la portata dell'articolo 314 del Codice penale, quello di infedeltà. Faremo dunque questo passo"
Marco Bertoli, va precisato, non ha nella vicenda un ruolo di pubblico inquirente. L’inchiesta penale è coordinata infatti dal procuratore generale John Noseda, che ha finora escluso reati penali imputabili a funzionari del Dipartimento diretto da Beltraminelli. Ma il fatto che in un rapporto ufficiale si profili da parte di un perito di nomina governativa anche un’ipotesi di reato, non si potrà liquidare con un “Amen e così sia”
“La Lega dei Ticinesi accoglie con soddisfazione l’atteso lancio dell’iniziativa popolare contro la libera circolazione delle persone, annunciato dal presidente dell’UDC nazionale Albert Rösti, con inizio della raccolta firme a metà mese”
L'iniziativa prevede che la Svizzera regoli in modo autonomo la sua immigrazione e che non possa essere firmato nessun nuovo accordo internazionale che conceda a cittadini di stati UE la possibilità di entrare in Svizzera. Gli accordi internazionali esistenti e altri impegni non dovranno essere in contrasto con questi due principi
Il finanziere: "Certo che Levrat, il quale con un partito al 19% dei voti in Svizzera grazie a Burkhalter influenzava sino a ieri la maggioranza del Consiglio federale, è oggi infastidito. Gli sembrerà strano vedere che due consiglieri federali liberali tornano a votare in modo compatto. Era altrimenti abituato. La musica a Berna è cambiata...."
Il presidente del PPD, in occasione del suo compleanno, pubblica su Facebook un lungo post in cui traccia un bilancio intimo della sua vita: "C'è un attimo dell'anno in cui dovremmo mettere da parte tutto, dove abbiamo l'opportunità di misurare la qualità delle nostre esperienze e delle emozioni che ci hanno condotti fino qui. Questa è la qualità e il risultato del nostro Tempo. Il resto non è così determinante"
Gallery
Il sindaco di Lugano: "Il mio auspicio è di riuscire a creare e mantenere un legame profondo fra voi, cittadini, e noi, rappresentanti delle istituzioni. Un legame alla cui base ci siano lealtà, fiducia, trasparenza"
Rendite per la vecchiaia, rapporti con l'Europa, equità fiscale, lavoro... sono i temi che caratterizzeranno il 2018 politico secondo il presidente della Confederazione, Alain Berset
Il presidente di Area Liberale: "I liberalconservatori sono forse rari, ma facili da individuare: sono quelli che conoscono e sanno fare la differenza tra ciò che può cambiare e ciò che invece non deve cambiare"
Il direttore del Mattino dopo l'articolo di Liberatv chiarisce: "Singoli esponenti istituzionali della Lega, anche in funzione del loro ruolo, possono avere una posizione diversa: è loro buon diritto e la Lega non è la Bulgaria dei tempi del blocco sovietico. Ma si tratta della loro posizione personale. Non di quella del Movimento"
Durissimo e documentato articolo dell'oncologo leader di Forum Alternativo: "Il settore delle multinazionali farmaceutiche è quello che mostra meglio di ogni altro non solo l’iniquità, ma al limite addirittura il delirio a cui arriva l’attuale sistema capitalistico, basato sulla cosiddetta share-holder value, cioè sul massimizzare i guadagni borsistici a breve scadenza"
Dopo i due Consiglieri di Stato, anche Borradori si schiera sul fronte del "no": "La RSI la possiamo senz’altro criticare su alcune scelte, possiamo giudicare inopportuni certi atteggiamenti, ma non credo proprio che la soluzione per correggere queste situazioni sia quella di chiudere l’azienda”. E ora che indicazione di voto darà la Lega?
Secondo il giornale finora il consigliere federale ticinese si è distinto soprattutto per la volontà di "ripulire" la propria immagine invece che per l'attività politica
Secondo l'indagine di 20 minuten il “sì” alla No Billag è in vantaggio a livello nazionale con il 51%, mentre il “no” si ferma al 45%. Questo grazie in particolare al sostegno che la No Billag incassa nella Svizzera tedesca, dove il 52% degli elettori si dice favorevole alla proposta. Un sì che cala invece al 47% in Romandia e al 46% in Ticino. Contro i pronostici che si sentono comunemente in giro di questi tempi, insomma, nel nostro Cantone l’iniziativa verrebbe bocciata