ULTIME NOTIZIE News
Cronaca
04.05.2022 - 11:320

Croci-Torti, la settimana lavorativa di 4 giorni e Morisoli contro tutti

Torna questa sera su TeleTicino "Detto tra noi XL" con una puntata ricca di temi e di ospiti

MELIDE - Lo stipendio al 100% ma con 4 giorni lavorativi anziché cinque. Un sogno per molti lavoratori, una realtà in alcuni Paesi, dove il modello è già stata introdotto, seppur ancora su piccola scala, o almeno sperimentato. Parliamo di Giappone, Belgio, Scozia, Islanda, Spagna. Spesso sono le aziende stesse a lanciarsi nell’esperimento, con formule diverse da Paese a Paese. Ad esempio c’è chi mantiene il monte orario di cinque giorni, spalmandolo su quattro, e chi invece taglia la testa al toro e applica direttamente le 32 ore settimanali. 

 In Ticino il tema è entrato nell’agenda politica grazie a una mozione presentata dal co-presidente del PS Fabrizio Sirica e dal Gran Consigliere dei Verdi Marco Noi. L’atto parlamentare è stato sottoscritto da altri esponenti dei due partiti, ma anche dai deputati PLR Natalia Ferrara e Matteo Quadranti. I mozionanti propongono al Consiglio di Stato di stanziare un credito per testare il modello (che prevede 32 ore settimanali), sia nel pubblico che nel privato, in modo da poter allestire uno studio su benefici e criticità. Il classico progetto pilota, insomma.

Secondo gli autori dell’atto parlamentare, i benefici della settimana lavorativa breve sarebbero notevoli non solo per i lavoratori ma anche per le aziende: “Diversi studi condotti in Islanda, Giappone e Nuova Zelanda - scrivono - hanno rilevato che una riduzione dell’orario di lavoro e una maggiore attenzione alle condizioni lavorative dei dipendenti può portare ad importanti benefici per salute e benessere, ma anche per la produttività”. Lavorare di meno per produrre di più.

La settimana lavorativa di 4 giorni sarà uno dei temi della puntata di “Detto tra noi XL” che torna questa sera a partire dalle 19.30 su TeleTicino. A confrontarsi saranno Fabrizio Sirica, autore della mozione che tanto sta facendo discutere, e la deputata del PLR Roberta Passardi. Il faccia a faccia sarà anche l’occasione per fare il punto su altri temi caldi del mondo del lavoro, a pochi giorni dalla celebrazione del Primo maggio. Proprio ieri l’ufficio federale di statistica a certificato una crescita annuale del 4% dei frontalieri in Ticino, che sfiorano ormai quota 75’000.

Ma prima di addentrarsi nel mondo del lavoro, la trasmissione sarà aperta come di consueto da una conversazione. L’ospite di questa sera sarà l’allenatore del FC Lugano Mattia Croci-Torti. Una chiacchierata con vista sulla finale di Coppa Svizzera del 15 maggio, certo, ma non prettamente sportiva, con tanti spunti privati che racconteranno l’uomo prima del coach.

Il finale del programma sarà invece caratterizzato dal personaggio politico più citato del momento. Dopo Michele Foletti anche Sergio Morisoli ha infatti accettato la sfida “dell’uno contro tutti”. Il capogruppo dell’UDC si sottoporrà quindi alla raffica di domande di quattro giornalisti, tra i quali il vicedirettore del Corriere del Ticino Gianni Righinetti e quello della Regione Andrea Manna.

Appuntamento dunque per questa sera alle 19.30 su TeleTicino.

 

Potrebbe interessarti anche
Tags
sera
settimana lavorativa
morisoli
settimana
croci-torti
teleticino
temi
ticino
puntata
torna
News e approfondimenti Ticino
© 2022 , All rights reserved